Uno sguardo alle cose belle03 Nov 2016, Santatecla Immobiliare

NewsNotizie su Milano


Immagine: Uno sguardo alle cose belle

Si sente dire che Milano è la città del business e degli affari: come a dire, tra le righe, che l’arte prende silenziosamente un secondo piano. Ebbene, non è così.

Caro lettore, metti il naso fuori dal calore del tuo appartamento: scoprirai una Milano di colori, dove le opere d’arte riscaldano quei rari pomeriggi liberi dagli impegni lavorativi. Si può uscire dalla routine senza varcare il confine urbano: “Una linea è un punto che è andato a fare una passeggiata” (Paul Klee). Non avete fatto in tempo a sfruttare il ponte appena passato? Niente paura, Palazzo Reale offre mostre a profusione; tutti i giovedì sera, dalle ore 18 e fino al mese di Dicembre, la pinacoteca di Brera offrirà il biglietto al costo di soli 2 euro.

In primavera Palazzo Reale ospiterà la magia di Manet: un allestimento realizzato in collaborazione con il Musée d’orsay, che si preannuncia grandioso. L’arte, come ogni forma di cultura, amplia la mente e gli orizzonti: "Come si passeggia lassù?", "Il vino lo porto giù io", "Sta salendo? Vengo con lei, io scendo": eccolo il mondo di Escher, un mondo fatto di mondi, a incastro, paralleli, a specchio, sovrapposti. In mostra a Palazzo Reale fino al 22 gennaio 2017. Il giovedì è aperto sino alle 22.30: nemmeno i lavoratori più stacanovisti hanno scuse per rinunciare alla bellezza.

Una cura del buonumore? Chiediamo a Hokusai: «Anche se da fantasma, me ne andrò per diletto, sui prati d’estate». Lo sguardo appagato e grato alla vita del fotografo novantenne, ci è offerto in dono a Palazzo Reale sino al 29 gennaio.