Il panorama immobiliare tra vent'anni: un mix tra abilità umana e intelligenza artificiale 01 Giu 2018, Santatecla Immobiliare

NewsMercato Immobiliare


Immagine: Il panorama immobiliare tra vent'anni: un mix tra abilità umana e intelligenza artificiale

Ormai è evidente: ogni industria, compresa quella del Real estate, è interessata agli sviluppi dell’AI (artificial intelligence) e, in particolar modo, ai possibili cambiamenti negli schemi futuri in ognuno di essi. Con il termine “Al” si intende l’abilità di un computer di comportarsi come un vero e proprio essere umano: dallo svolgimento di funzioni proprie dell’uomo alla formulazione di ragionamenti e pensieri razionali. Sicuramente ci vorrà del tempo prima che l’intelligenza artificiale sia in grado di sostituire la relazione di fiducia che si instaura tra cliente e intermediario immobiliare. Però, da qui a venti anni ci sarà sicuramente una crescita nel management del cliente. L’intelligenza artificiale modificherà sicuramente il settore del Real Estate, rendendolo sempre più innovativo. Gli strumenti necessari saranno software innovativi, studiati e programmati per comprendere di più e per migliorarsi, con l’obiettivo di concretizzare e velocizzare tutto ciò che risulta essere difficile. Nel mondo immobiliare, questa è una grande opportunità per venditori, agenti, investitori e gestori patrimoniali di poter organizzare le fasi del proprio lavoro in modo più proficuo e di poter risparmiare anche sui costi delle transazioni. Infatti, consentirà loro di godere di innumerevoli vantaggi come ad esempio diminuire il lavoro manuale delle transazioni, velocizzare le analisi di mercato e quelle giuridiche, semplificare tutto il processo immobiliare, dalla commercializzazione, passando per la ricerca dell’acquirente, fino alla finalizzazione della vendita. Invece per quanto riguarda gli immobili business gli strumenti di intelligenza artificiale permettono di tenere sotto controllo le grandi quantità di dati come pure di valutare i rischi e le opportunità legati a una transazione. Gli agenti immobiliari avranno così più tempo da dedicare all’assistenza. D’altra parte i clienti, grazie all’aiuto di chat-bot (partner virtuali di comunicazione), potranno verificare dati provenienti da più fonti, stimare il valore di un immobile e trovare la proprietà più adatta. Tutti i processi di gestione delle informazioni e dei dati di ogni singolo immobile verranno gestite dall’intelligenza artificiale con lo scopo di analizzare documenti di ogni tipo e anche di svolgere funzioni di analisi nel settore dell’energia, ovverosia protezione dagli incendi e dalla sicurezza. La forza lavoro si rivoluzionerà, ma dovrà sempre esistere un unione tra intelligenza artificiale e abilità decisionale umana.