Le responsabilità di un agente immobiliare di fronte alla vendita di un immobile.29 Mar 2018, Santatecla Immobiliare

NewsMercato Immobiliare


Immagine: Le responsabilità di un agente immobiliare di fronte alla vendita di un immobile.

Da qualche tempo ci si fa una domanda nel mondo dell’immobiliare, se l’agente oltre a comunicare tutto ciò che riguarda l’acquisto di una casa, debba anche informare l’acquirente di eventuali difformità urbanistiche dell’immobile. Partendo da una prima analisi, il mediatore non ha l’obbligo di effettuare indagini dettagliate sulla questione poiché non rientrano a far parte della sua attività; però questo non esclude che il mediatore possa, pattuendo, obbligarsi ad effettuare indagini tecnico – giuridiche ed a compiere ogni accertamento sullo stato dell’immobile, garantendogli la regolarità urbanistico – catastale. Nell’ultimo periodo, questo argomento si sta diffondendo sempre più; infatti si sta divulgando la possibilità di prevedere contrattualmente obblighi a carico del mediatore che obbligano tale professionista ad accertare anche l’eventuale regolarità urbanistica dell’immobile e accompagnare il cliente fino al momento del rogito. In caso di inadempimento degli obblighi contrattuali, la parte acquirente può rifiutarsi di pagare la provvigione. In questo caso chi acquista può anche citare in giudizio il mediatore, al fine di ottenere un risarcimento del danno per non essere stati informati delle difformità urbanistiche. Pertanto, se questo maggior servizio non sia esplicitamente previsto dall’incarico di vendita, non vi è nessun obbligo, come ha dichiarato la sentenza della Cassazione, da parte del mediatore nel fornire dati in merito

Santa Tecla Immobiliare garantisce, nonostante la sentenza della Cassazione, alla propria clientela tutte le informazioni possibili, avendo un ufficio tecnico e legale interno, che permette di avere il massimo supporto per l’analisi preventiva e la risoluzione di ogni problematica.