Immobili demaniali per il turismo26 Gen 2017, Santatecla Immobiliare

NewsMercato Immobiliare


Immagine: Immobili demaniali per il turismo

Parte con il 2017 la valorizzazione turistica per gli immobili pubblici, con incentivi per chi punta a trasformare immobili di stato in strutture per il turismo.

Il dicembre scorso è stato firmato un accordo tra l’Agenzia del Demanio e l’Associazione Italiana Confindustria Alberghi con lo scopo di rilanciare nel turismo il patrimonio immobiliare pubblico. Secondo il Direttore dell’agenzia del Demanio grazie alla collaborazione con Confindustria Alberghi si potranno individuare e sviluppare operazioni sempre più in linea con le esigenze del mercato e appetibili per gli investitori nazionali ed esteri.

Già in passato è stato dimostrato che il settore immobiliare combinato al settore turismo, che da solo garantisce all’Italia un’entrata di 171 miliardi di euro, ha portato a risultati positivi per quanto riguarda la valorizzazione di strutture come fari ed immobili di pregio. Sono previsti incentivi per chi decide di recuperare fari, case cantoniere o vecchie ferrovie, con un prolungamento di tre anni sul tax credit sulle ristrutturazioni. Gli immobili proposti sono sparsi in tutto il territorio italiano, partendo dalle grandi città per finire in aree poco conosciute ma con grandi potenzialità artistiche, storiche, rurali o enogastronomiche.

Questo nuovo piano strategico per il turismo è già stato presentato e pubblicizzato nelle più importanti fiere internazionali del settore, puntando principalmente ad attirare investitori stranieri promettendo strutture di grane fascino dal punto di vista turistico.